Secondo un nuovo studio della PLMA, oltre il 30% della Generazione Z e dei Millennials in Europa acquista più prodotti a marchio del distributore rispetto a prima della pandemia.
Guarda il video qui.

 

 


Richard Hyman, partner di Thought Provoking Consulting, ha affermato che la quota del marchio del distributore nel Regno Unito potrebbe raggiungere il 60% in futuro.
Guarda il video qui.

 

 

PLMA e-Scanner – settembre 2022

settembre, 2022
Aumentano i discount...

Pur se la crescita si è arrestata o è addirittura diminuita all’inizio della pandemia, lo scorso anno la quota di mercato dei discount nei diversi Paesi europei è aumentata nuovamente per subire un'accelerazione nel 2022.

Ad esempio, nel Regno Unito Aldi ha superato Morrisons e si è piazzato tra i cosiddetti “Big Four” (i maggiori supermercati) del Paese. Lidl è il rivenditore in più rapida crescita nel Paese. La quota di mercato combinata di Aldi e Lidl è ora pari a circa il 17%. Nei Paesi Bassi anche quest’anno cresce la quota di Lidl e Aldi, che nei primi sette mesi è passata dal 15,7% al 16,3%. In Germania i discount stanno andando molto meglio dei supermercati e si prevede che abbiano una crescita a doppia cifra. Inoltre, in Francia, Spagna e Italia, i discount continuano a mostrare prestazioni migliori rispetto ad altri negozi alimentari.

L’incremento della quota è per lo più determinato dal fatto che il costo della vita è decisamente aumentato per molti europei. Ciò ha spinto sempre più consumatori benestanti a fare la spesa nei discount.

…mentre i supermercati aiutano i consumatori

L’inflazione alle stelle in Europa ha cambiato il comportamento di acquisto dei consumatori. Per molti il prezzo è diventato la massima priorità e i rivenditori hanno risposto a questo bisogno di risparmio.
Il colosso francese Carrefour ha annunciato il blocco dei prezzi su 100 prodotti a marchio proprio che soddisfano i bisogni quotidiani dei suoi clienti. L’elenco degli articoli comprende cereali per la colazione, caffè, verdure in scatola, detersivo e pannolini. Lo scorso mese E.Leclerc ha dichiarato che limiterà i prezzi di oltre 230 dei suoi prodotti essenziali fino all’inizio di dicembre, estendendo un blocco dei prezzi introdotto per la prima volta a maggio su 120 articoli. Entrambi i rivenditori hanno legato il programma alle rispettive carte fedeltà.

In Danimarca, Coop ha introdotto un nuovo programma chiamato “Goi pris – hver dag” (Go price - tutti i giorni) su 400 generi alimentari popolari, mentre il competitor Salling Group ha fissato un tetto al prezzo di 300 articoli. Biedronka, leader polacco nella vendita al dettaglio, si è impegnato a bloccare i prezzi per 150 tra gli articoli più acquistati.

Inoltre, i rivenditori stanno rivalutando il proprio marchio del distributore. Albert Heijn ha annunciato di voler aumentare la quota di prodotti a marchio del distributore, che ora si attesta intorno al cinquanta per cento. Asda ha introdotto una fascia di prezzo base denominata “Just Essentials”, che comprende circa 300 prodotti. Sainsbury’s sta incrementando la sua campagna Price Lock per mantenere i prezzi di massimo 2000 articoli per la casa e da dispensa a marchio proprio. Rewe sta estendendo il suo famoso marchio economico “ja!” a oltre 1100 articoli.

In generale, i sondaggi sui consumatori indicano che gli acquirenti si stanno rivolgendo al marchio del distributore come alternativa ai marchi più costosi dei produttori. Che acquistino dai discount o dai rivenditori al dettaglio, la crisi globale sul costo della vita sembra avvantaggiare il marchio del distributore.

Il lancio dei negozi Amazon Fresh è in fase di rivalutazione

Lo scorso anno Amazon ha aperto il primo negozio Amazon Fresh nel Regno Unito. Nel frattempo ne ha aperti altri 18 in giro per Londra. Tutti i negozi godono della tecnologia “just walk out”, in cui i clienti accedono al negozio aprendo la porta con un codice QR generato dall’app Amazon sul proprio smartphone.

Nel negozio, i clienti prendono semplicemente gli articoli che desiderano dagli scaffali e li imbustano. La tecnologia di visione artificiale nel negozio registra quali prodotti sono stati presi. Quando il cliente ha tutti gli articoli, esce dal negozio e Amazon li fattura elettronicamente.

Al momento del lancio del primo negozio nel Regno Unito, Amazon aveva l’obiettivo di aprire centinaia di negozi Fresh. Ora, mentre si riduce il numero di abbonati nel Regno Unito e l’afflusso nei negozi, il rivenditore aumenta l’abbonamento annuale Prime da 79£ a 95£. Tra i disordini dei lavoratori impiegati nei suoi centri di distribuzione per i ridotti incrementi salariali, si dice che Amazon stia rivalutando i suoi piani di espansione.

I prodotti Carrefour arrivano in Finlandia

A seguito di un accordo di approvvigionamento tra Carrefour e il finlandese S Group, i prodotti del marchio del colosso francese Terre d’Italia sono ora disponibili nei negozi di alimentari S Group. La gamma comprende prelibatezze della tradizione italiana, come formaggi, oli, marmellate, dolci, biscotti salati e dolci, sughi e pasta prodotti da piccoli e medi produttori italiani.

Inoltre, nei negozi S Group saranno venduti 80 prodotti a marchio proprio Carrefour, tra cui tè, prodotti per la cura della pelle, succhi e cibo in scatola. Per S Group, l’obiettivo è portare varietà internazionali ai clienti e mantenere su base permanente i prodotti preferiti.

La società di Q-commerce Gorillas lancia nuove gamme di prodotti a marchio proprio

Gorillas, una delle società di delivery di generi alimentari che consegna i prodotti in pochi minuti dopo che i clienti li hanno ordinati via app, sta lanciando due nuove linee di prodotti a marchio del distributore: Gorillas Premium e Gorillas Daily. I prodotti a marchio proprio sono disponibili nei Paesi Bassi, Germania, Francia e Regno Unito.

Secondo l’azienda, la linea “Gorillas Daily” offre a prezzi equi prodotti di alta qualità per il fabbisogno alimentare quotidiano, come creme spalmabili, salumi, formaggi, snack dolci e salati e succhi di frutta. “Gorillas Premium” include prodotti speciali di alta qualità che i clienti possono gustare come speciale prelibatezza o per concedersi un tocco di lusso quotidiano. La linea comprende, tra gli altri, pasta fresca, ravioli, gnocchi con gusti speciali ma anche anacardi, arachidi, pistacchi e mandorle in versione arricchita.

Le nuove linee completano quelle di birra a marchio del distributore recentemente introdotte e denominate <start-up beer> e “Hot Damn!” per caffè tra cui grani, macinato, cialde riciclabili in casa e bevande a base di avena.

Nei negozi 

Carrefour ha introdotto una sfera di lavaggio che rivoluziona la cura del bucato offrendo un’alternativa ideale ed economica al detersivo convenzionale. La sfera di lavaggio a marchio proprio Eco Planet sfrutta una nuova tecnologia che consente di lavare il bucato senza bisogno di agenti chimici.

La catena di grandi magazzini Hema sta testando i “registratori di cassa ambulanti”. I dipendenti che in negozio consigliano i clienti possono finalizzare immediatamente il pagamento via app sul proprio smartphone.

Sainsbury’s ha annunciato che cambierà le etichette della data sulle confezioni di 276 prodotti a marchio proprio nel tentativo di ridurre lo spreco alimentare nelle case. Questi prodotti includono frutta fresca e patate. Un messaggio sulla confezione “le date non aiutano a ridurre gli sprechi” sarà invece presente sui prodotti freschi soggetti a modifiche in etichetta.

Ora i clienti Rewe possono ricevere i volantini del loro negozio via Whatsapp. Il volantino cartaceo sarà soppresso entro la metà del 2023. I test mostrano che il volantino digitale via Whatsapp incontra grande interesse da parte dei clienti: lo hanno dimostrato sia i tassi di iscrizione al servizio stesso, sia quelli di apertura e di durata di consultazione del volantino digitale.

Lidl e Waitrose stanno vendendo frutta e verdura sformati nel tentativo di sostenere gli agricoltori colpiti dalla recente ondata di clima caldo e secco che ha drasticamente ridotto i raccolti.

Penny ha collaborato con il servizio di consegna espressa Wolt. Inizialmente i clienti possono scegliere tra 1500 e 2000 articoli. In seguito, l’intera gamma di prodotti Penny dovrebbe essere disponibile per gli ordini. Se il test avrà esito positivo, l’offerta dovrebbe essere disponibile in tutte le città tedesche in cui è attivo Wolt.

In Belgio, Aldi utilizza i codici QR sul cartone del latte per incoraggiare i clienti a utilizzare il volantino digitale del supermercato. Sebbene l’opuscolo cartaceo sia uno dei modi più importanti per raggiungere i consumatori, Aldi spera a tempo debito di poter eliminare gradualmente la versione cartacea.

Spar ha aperto il primo negozio in Lettonia. L’assortimento comprende articoli di produttori locali e altri prodotti e marchi famosi nel Baltico, oltre a prodotti a marchio del distributore Spar.

In Portogallo, Intermarché ha rivisto la composizione dei prodotti alimentari a marchio proprio PorSi per ridurre le quantità di zucchero e sale. Con un’operazione iniziata nel 2019, ha ottenuto una riduzione del 19% dello zucchero e del 28% del sale.

Il servizio di consegna a domicilio Deliveroo terminerà la propria attività nei Paesi Bassi. Spar ha lavorato con Deliveroo in sette città olandesi. Albert Heijn ha recentemente ampliato la sua collaborazione con Deliveroo per includere 1200 prodotti. Ora i rivenditori dovranno cercare un nuovo partner.

Waitrose sta rilanciando il proprio marchio “Cook’s Ingredients” con più prodotti, un nuovo design e una nuova etichetta. Alcuni prodotti sono stati rimossi dalla linea ma sono stati aggiunti nuovi gusti e prodotti per riflettere le attuali tendenze culinarie.

Colruyt ha risparmiato 8000 m3 di acqua con varie misure. Il gruppo raccoglie quanta più pioggia e acque reflue possibile e le purifica in modo che possano essere riutilizzate. I negozi riducono il consumo di acqua della città recuperando l’acqua piovana per scopi sanitari e di semina.

Ricerche di mercato 
Il futuro è il metaverso

Una ricerca tedesca dell’associazione per la vendita al dettaglio EHI ha scoperto che il metaverso acquisterà importanza in questo settore. In uno studio online tra i responsabili esecutivi delle società di vendita al dettaglio, più di tre quarti degli intervistati ritiene che il metaverso offra entusiasmanti casi d’uso. Sei intervistati su dieci ritengono che il metaverso rimarrà. Probabilmente la sua importanza all’interno delle società di vendita al dettaglio aumenterà nei prossimi cinque-dieci anni.

Tuttavia, solo il quattro percento dei responsabili esecutivi ritiene che la propria azienda investirà probabilmente in applicazioni per il metaverso. Eppure, nel medio e lungo termine le cose sembrano diverse. Fra cinque anni potrebbe investire in applicazioni per il metaverso una società di vendita al dettaglio su quattro e fra dieci anni quasi una su due.

8 milioni di olandesi acquistano integratori

Secondo l’Healthy Lifestyle Monitor, che ha intervistato più di 5000 persone, oltre la metà degli olandesi acquista integratori alimentari. Gli integratori più venduti (39%) sono quelli a marchio delle note drugstore, con un picco per Kruidvat, la catena di drugstore più grande - non a caso anche il marchio distributore più venduto. Si attesta in seconda posizione il marchio di proprietà di Holland & Barrett con il 10%. Quasi tre integratori su dieci vengono acquistati in un negozio fisico. I negozi online rappresentano il 31% delle vendite.

Notizie PLMA 
Programma di formazione professionale per dirigenti della PLMA 2022

Due decenni di formazione a tema “marchio del distributore”: Il programma di formazione professionale per dirigenti offerto dalla PLMA tornerà di nuovo nel campus della Nyenrode Business Universiteit e celebrerà il suo 20° anniversario il 26 e 27 ottobre! Si tratta di un programma unico nel suo genere, interamente dedicato al marchio del distributore.

Il programma di formazione professionale della PLMA per dirigenti prevede lezioni e sessioni interattive, rivolte sia ai produttori che ai distributori. I temi trattati riguardano tutti gli aspetti importanti del marchio del distributore: strategie legate al marchio del distributore, relazioni produttore-distributore, sviluppo di nuovi prodotti, tendenze di consumo, marketing ed e-commerce. I docenti provengono dall’università e dal settore.

Per maggiori dettagli su relatori, palinsesto e quote di iscrizione, clicchi qui.

Il numero speciale di GRB si concentra interamente sulla PLMA

La PLMA è l’unico argomento del numero speciale di settembre di Global Retail Brands, una pubblicazione commerciale con tiratura mondiale di 7000 copie che si descrive come “la tua guida all’universo del marchio del distributore”. Il numero descrive in dettaglio il nuovo sondaggio della PLMA “Gli europei acquisteranno mai come prima?” condotto in otto Paesi europei, che ha raccolto le tendenze dei consumatori rispetto ad abitudini e comportamenti di acquisto nell’era post-pandemia. Il numero include anche la copertura del Private Label Trade Show 2022 della PLMA, che si terrà dal 13 al 15 novembre a Chicago.

L’editore di GRB, Phillip Russo, ha dichiarato: “I risultati e le loro implicazioni sono così significativi da costringerci a realizzare questa edizione speciale e condividere i risultati col settore”. GRB viene pubblicato quattro volte l’anno da Kent Media Group ed è distribuito ai dirigenti di livello senior presso i primi 250 rivenditori mondiali. L’ulteriore distribuzione avviene nelle principali fiere ed esposizioni del marchio del distributore.

Fare clic su questo collegamento per ottenere una copia del numero.

Eventi 
26-27 ottobre 2022

Programma di formazione per dirigenti della PLMA
Nyenrode Business Universiteit, Paesi Bassi

13-15 novembre 2022

Fiera del Marchio del Distributore degli Stati Uniti
Chicago